Gli uomini e la Teoria del Pizzaiolo

Molti uomini credono che Donna uguale Impiastro che vuole accasarsi già al primo appuntamento: ma si sbagliano di grosso.

Ripeto il concetto del sottotitolo: Donna uguale Impiastro che vuole accasarsi già al primo appuntamento. E il termine dispregiativo impiastro non è usato a caso, l’ho sentito pronunciare da diversi uomini in varie accezioni: zecca, piattola, guaie ’e notte (modo di dire tutto partenopeo, questo), cambiale
Questa, care signore, è la visione che oggi molti di loro hanno rispetto all’idea di approcciare una donna. Devono essere loro a decidere se e quando una rimpatriata: noi gliela dobbiamo dare, e basta.
Idea piuttosto medievale, mi pare… manco mia nonna la vedeva così.
Giusto per dovere di statistica, tale triste riflessione è basata di massima su esternazioni di maschietti over 50, indipendentemente dallo stato civile: coniugati, separati o divorziati, tutti sono terrorizzati dall’idea che, eliminato un macigno, ne possa subentrare un altro. Niente calcetto, niente birra con gli amici, niente viaggi in solitaria, niente stadio se prima non si passa sul cadavere della biliosa consorte.
Ogne gghiuorno è taluorno, ogni giorno è una ripetizione, si dice da queste parti…
E come si fa a non ribattere a tale visione pessimistica – e un tantino pure narcisistica – della questione?
Tanto per cominciare, non tutte siamo delle janare col mattarello in mano pronte a calarlo sulla testa dell’amore caro ogni volta che vuole fare un cavolo suo. Anzi, vai tesoro bello, che pure a me una serata in grazia di dio senza pensare alla cena e ad ascoltare i tuoi piagnistei lavorativi e/o esistenziali mi fa piacere assai. E qui in genere scatta la telefonata alle amiche o la ballata col gatto.
Non tutte ambiamo al vostro fianco mogliettina style; in genere i legami post matrimoniali sono di stampo diverso, più sciolti, più free anche se ci amiamo tantotanto.
E mica la vedete così solo voi.
Ci piace stare insieme? Bene. Si sta bene insieme? Meglio ancora. Questo non vuol dire che vogliamo sposarvi, letteralmente o metaforicamente parlando.
E su quest’ultima considerazione, da buona napoletana, m’è partita l’elaborazione della Teoria del Pizzaiolo.
Se andiamo in una nuova pizzeria e veniamo trattati bene, i camerieri sono simpatici, il locale è accogliente, mangiamo un’ottima pizza e il conto è pure appropriato, senza dubbio vorremo tornarci; approfitteremo della prima occasione per rinnovare quello stato di benessere, magari per provare un’altra pizza.
Logico, mi pare. E non vale sono per noi donne, la cosa è universale.
Ma questo nostro desiderio di tornare non vuol dire che vogliamo sposare il pizzaiolo.
Quindi, cari signori, nel caso (fortunato) in cui volessimo rivedervi sappiate che lo facciamo per puro piacere e non per mettervi l’anello al naso. Potrebbe essere per un replay di un ottimo sesso, e se in mezzo ci ficchiamo un’uscita a cena non vuol dire che “siamo fidanzati” o che non possiamo fare a meno di voi. Il buon sesso è come la pizza buona, quando la trovi vale la pena di rimangiarla più e più volte.
Però se ve lo diciamo ve la prendete. Diventiamo spietate predatrici a sentimento zero. E allora si può sapere come la dobbiamo mettere?
Sappiate, nel caso non ci aveste pensato presi così tanto dal vostro ego ipertrofico, che ogne gghiuorno è taluorno anche per noi. E nessuna di noi è (e tantomeno ci tiene a esserlo) il clone della vostra ex.
Per cui non vi arrovellate più di tanto tra sesso e sentimento, e provate a goderci per quello che siamo: una Possibile Cosa Bella.
Fino a prova contraria, s’intende.

Ti è piaciuto? Condividi!