Quarantena e calcio

Quando sei in quarantena e ti manca il calcio, ecco che può succedere…

In un precedente articolo abbiamo parlato di come passare il tempo in quarantena: ma se ti manca il calcio – e non hai una PlayStation a portata di mano – possono venirti insane idee pensando ai cognomi dei giocatori che tanto avresti voluto vedere in campo agli Europei 2020...

Ecco cosa ha partorito la mia mente bacata. Ebbene sì, mi manca il calcio, c’aggia fa’… 😉

Dialogo parapartenopeo tra una madre e una figlia ribelle in tempo di quarantena

«Mammà, nu c’a faccio cchiu cu ’sta quarantena, me n’esco a fare un Giroud

«Ma che, si’ scema? Te ne vuoi andare a Nzonzi proprio mo che c’hanno detto di cioncarci a casa che è ancora pericoloso?»

«Isco il Kane

«Ma manco lo teniamo, il Kane, addo’ isci??? Stai Immobile! Nun te movere sennò le Busquets e te faccio usci’ in Barella, quant’è vero iddio!»

«Maro’ mammà, quanto si’ antipatica! Mi dici sempre no a tutto, mai un Asensio

«Seh, che poi ti conosco io… esci mo e ti ritiri all’Alba! ’Sta piezz’e Alcàntara… Piuttosto susete e va’ a pulire la tua stanza, va’!»

«E Mbappé, mo me Suso ma la stanza non la pulisco!»

«E poi guardati… sei così Rakitić, non mangi niente, pari ’nu Caktaš senza manco le spine! … Tie’, Maignan ’nu poco di Lasagna!

«Ma qua’ Lasagna, che poi mi cresce la Trippier e nun me trasono più i vestiti!»

«’Nu poco ’e Rice

 «No-oo! Manco ’o Rice voglio! Invece mo me ne scendo al Barišić di Ciruzzo… Aaah, vicino ’o Lemar, così mi piglio ’nu poco d’aria e ’nu bello Sprizze!»

«Ummaronna, ma se ci sta l’ordinanza che ci proibisce i Radunović! Leggi qua, tie’, guarda sul cellulare!»

«E non ci vedo, non c’ho gli occhiali!»

«Ah, non ci vedi? E allora Zouma che così gli occhiali non ti servono!»

«Maro’ mammà, si’ proprio ’na Despotović

«So’ mammeta, so’! E poi… ma come ti sei vestita, vrenzola! Ti pare Digne uscire tutta Gayà e scosciata, con la Mandanda da fuori e la maglietta trasparente? Guarda qua, ti si vede tutta l’Areola, svergognata! Se ti piglio tra ’ste mani t’Insigne io l’educazione!»

«Maro’ mammà, Ceballos

«E tu, femmena sconcia! Si’ Parejo Parejo a quella Donnarumma che fa la vita sotto all’Olmo qua all’angolo! Prima o poi qualcuno pure ti ferma e ti chiede quanto Kostić! Gesù, tu eri ’na ragazza così a Modrić, tutta casa e Chiesa, e mo sei diventata ’na Arrizzabalaga

«Uéééé, ma quando mai! E poi a me mi piace solo Maksimović

«Ma chi, quello che c’ha la famiglia di Romagnoli

«Eh, propeto!»

«E stevemo scarze! Sient’a mme: gli uomini so’ tutti uguali! A quelli gl’interessa una cosa sola: la Fejsa

«Maro’ mammà, ma che è, l’Impero dei Sensi? Si’ tu ca si’ ’n Oršić, sempre chiusa dint’a ’sta casa, nun vuo’ vede’ mai nisciuno…Nun capisci propeto ’na Mings, mammà!»

«Seh, Mbappé… io però ’o ssaccio come va la Vida…»

Come vedete, la clausura fa brutti scherzi…

E pazienza: per quelli come me che sognavano gli Europei e invece saranno costretti a rinviare poltrona, frittatona di cipolle e rutto libero all’anno prossimo, una bella pacca da La Sindrome di Nonna Papera e… massima solidarietà!

Ti è piaciuto? Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *