Romance Scam: la truffa in agguato sul web

Romance Scam: la truffa dell’amore corre sul web, specie in questo momento di quarantena

Amore e truffa: due termini che non dovrebbero mai essere accoppiati eppure la Romance Scam ha a che fare proprio con loro. Hai voglia a dire single e felici: la maggior parte degli esseri umani è sempre in costante ricerca dell’anima gemella.

In questo periodo di quarantena in cui siamo isolati e spesso soli, il web ci supporta: ci consente di mantenere i collegamenti, di lavorare, di vedere i nostri cari anche dall’altro capo del mondo… E visto che di tempo ne abbiamo, siamo annoiati e la testa ha bisogno di sbariare (distrarsi), quasi quasi facciamo una capatina su qualche app di incontri o affondiamo il colpo su Facebook.

È qui che scatta la cosiddetta Romance Scam, o truffa dell’amore. Gente che fa leva sulla solitudine e la fragilità psicologica di chi è solo e in cerca dell’anima gemella.

Romance Scam: come funziona

S’incomincia col chattare, e poi i complimenti, le adulazioni che tanto ci mancano e ci fanno sentire unici. Così scatta l’infatuazione. E la rete intrappola il pesce solitario.

Infine, con scuse varie ma plausibili, si passa alla richiesta di denaro. Vuoi perché gli hanno rubato la carta di credito, o un improvviso ricovero in ospedale, o un fermo alla dogana (se si tratta di uno straniero che vuole a tutti i costi incontrarci), il malcapitato cede e invia quanto richiesto. Un vero e proprio plagio che sta fruttando cifre non da poco: da brivido.

Ma parliamo al femminile

Perché le prede sono in prevalenza donne, tra i 50 e i 65 anni, e soprattutto del sud Italia. Le vittime riconosciute di questa orribile manipolazione sono oltre 2mila, per una media di 50mila euro a testa dati via per aver creduto a delle false promesse.

Anche negli Stati Uniti non scherzano: secondo un report dell’FBI, solo nel 2017 le denunce di Romance Scam hanno reso ai truffatori oltre 1 miliardo di dollari contro i 50 milioni di sterline nel Regno Unito.

Ma prevalenza non significa totalità: anche molti uomini cadono nella trappola di belle vedove nere. Sia ben chiaro: è solo una una questione di generica, umana ingenuità.

Evitare il raggiro si può

1- Attenti alle richieste di amicizia

Non date l’amicizia a tutti quelli che ve la chiedono, specie se sono stranieri; non credete subito alla miriade di interessi in comune, i truffatori studiano bene i profili che attaccano e sanno come prendervi;

2- Verificate sempre il profilo

A questo proposito c’è un sito molto utile che è A.c.t.a. dove, oltre a una serie di validi consigli troverete anche un database con profili falsi e foto rubate;

3- Non comunicate alcun dato

Non date per nessun motivo i vostri dati personali o quelli della carta di credito: ricordate che è pur sempre un estraneo, non sarete mai gli unici a cui può chiedere aiuto;

4- Denunciate, sempre

Non nascondetevi dietro la vergogna per esserci cascati, siamo esseri umani e pertanto fallibili. Ma a questi disgraziati bisogna rendergliela difficile, quindi aiutate chi di dovere a stanarli e fargliela pagare. L’A.c.t.a. mette a disposizione dei moduli scaricabili per procedere alla denuncia.

Ci rendiamo conto che questo periodo di isolamento forzato può essere pesante e indurre allo scoramento ma siate prudenti. È lecito cercare, e molti fortunati hanno anche trovato, ma non lasciamoci fregare da fiori e regali, da promesse di amore eterno perché noi, noi siamo la loro ragione di vita. Da giornalista vi dico: verificate. Lasciate che il cervello guidi, e il cuore stia dietro. Perché a volte il cuore ci porta a fare minchiate.

A noi del range dei 50 ci hanno fregato le favole. Principesse sfigate che riscattano una vita misera attraverso l’arrivo di un principe azzurro bello, ricco e carico di attenzioni.

Ma non era meglio se ci avessero letto i racconti di Edgar Allan Poe prima di dormire? Al massimo c’avevamo gli incubi ma perlomeno erano gratis.

E voi, avete una storia di Romance Scam, amore e truffa, da raccontare per aiutare chi ci sta passando ad aprire gli occhi?

Scriveteci in privato o nei commenti: Il Porto delle Donne è al vostro fianco.

Ti è piaciuto? Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *